Monday, June 6, 2011     17:19
Login

Casciello

Prodotti

 

Procedure

Prodotti

INFISSI - Legno + alluminio


Clicca per visualizzare i dettagli
Clicca per visualizzare i dettagli

PASSIVE FENSTER 115

IL VALORE DELLA FINESTRA
La qualità di una finestra si evince dal valore Uw (valore di trasmittanza termica) che, nel nostro caso, è di 0,80 w/(m2K) (con legno Abete lamellare) secondo UNI ISO 10077-1.

LA STRUTTURA
Il serramento PASSIVE FENSTER 115 è composto da una struttura lamellare in legno tenero con telaio fisso da circa mm 113 x 90 e anta da mm 115 x 82 circa, con con rivestimento esterno a "cappotto" con profilati di alluminio a giunto aperto. Il sistema di chiusura è del tipo a tripla battuta, con uno spessore totale delle ante, compreso di alluminio, di mm 115. Un grande contributo all'isolamento termico passivo è dato dal poliuretano e dal PVC avente uno spessore non inferiore a mm 30 e frapposto tra il legno e l'alluminio. Tutti e quattro i materiali componenti il serramento sono tenuti uniti attraverso fissaggi meccanici che permettono di attenuare le dilatazioni differenziate degli stessi. La finestra è stata certificata in Germania, a Darmastadt, presso l'Istituto Passiv Haus Dr Wolfgang Feist, che impone un severo controllo di qualità sui materiali che compongono la finestra.

IL PROFILO DI LEGNO
Il legno utilizzato per le finestre PASSIVE FENSTER 115 è il pino lamellare di prima qualità o latra conifera. Su richiesta è possibile utilizzare anche delle latifoglie.
 
IL PROFILO IN ALLUMINIO
Il profili in alluminio utilizzati per rivestire il serramento PASSIVE FENSTER 115 dal lato esterno sono di spessore minimo da circa mm 1,5 in lega  P AL Mg SI  UNI 3569-66 e sono assemblati meccanicamente mediante squadrette in alluminio cianfrinate o attraverso la saldatura dei profili grezzi e la successiva verniciatura. Il fissaggio del telaio sulla finestra è effettuato con attacchi speciali pressoché invisibili, privi di tensioni, garantendo l’espansione termica dei diversi materiali.

IL PVC E IL POLIURETANO
Il materassino isolante è costituito da un profilo in PVC al cui interno è iniettato del poliuretano al fine di avere un alto potere isolante. E' tagliato e assemblato in funzione delle misure prescelte e fissato sul profilo in legno mediante clips di attacco.

LA FERRAMENTA
La ferramenta utilizzata è della ditta ROTO modello NT, con sostegno di chiusura realizzato con cerniere angolari in acciaio tropicalizzato di idonea sezione e con regolazione micrometrica delle  tre direzioni (tipo anta e ribalta). Il sistema di sicurezza è costituito da nottolini inferiori anti strappo e viti a doppia filettatura. La martellina fornita di serie è il modello secustik in alluminio con placca anti trapano e blocco apertura dall’esterno nelle colorazioni bronzo, titanio, bianco e a richiesta anche in ottone.

LE GUARNIZIONI
Il sistema presenta 3 guarnizioni. La prima, a schiacciamento sul telaio, gira sui quattro lati senza interruzioni di continuità. È del tipo termo-acustica, realizzata in gomma EPDM coestrusa con elevata elasticità e resistenza all’abrasione, all’invecchiamento e all’esposizione agli agenti atmosferici anche in condizioni estreme (-40°C / +125°C), con assenza di ritiri dimensionali e compatibile con tutte le vernici all’acqua per legno. La seconda è posta tra alluminio e alluminio e, precisamente, sul semi perimetro del profilo in alluminio del telaio. L’ultima è la pinna centrale di tipo “a giunto aperto”. Tale guarnizione di pre-camera è posta tra il telaio in legno e l’alluminio esterno. Essa è munita di angoli pre-formati, al fine di evitare infiltrazioni di acqua o aria. Queste due ultime guarnizioni sono insensibili agli agenti atmosferici come la luce e l’ozono.  

TRATTAMENTO DELLE SUPERFICIE
La finitura del legno inizia dalla preparazione del fondo mediante applicazione a doccia di impregnante preservante antitarlo e antimuffa. Dopo l’essiccazione dell’impregnante, l’infisso viene sottoposto a trattamento con doccia per l’applicazione del fondo intermedio. A questo punto l’infisso viene spazzolato e levigato e, una volta spolverato, viene sottoposto al trattamento finale con prodotti acrilici idrosolubili trasparenti o colorati, contenenti pigmenti resistenti agli UV. I profili in alluminio vengono ossidati oppure verniciati a polvere secondo una vasta gamma di colori Ral.

TRATTAMENTO DELLE SUPERFICI IN ALLUMINIO
I profili in alluminio sono verniciati a polvere secondo una vasta gamma di colori RAL e nelle colorazioni a effetto legno. L'attuale verniciatore dei nostri profili in alluminio è la ditta VIV DECORAL di Anagni che garantisce il prodotto con resistenza all'esterno. Inoltre, per le verniciature RAL, la VIV DECORAL è titolare di licenza "Qualicoat" n° 769 e, come da capitolato, utilizza solo vernici in polvere omologate Qualicoat.
Per le decorazioni "effetto legno", VIV DECORAL segue il sistema di produzione inventato e brevettato dalla sua capo gruppo, utilizzando appropriate materie prime; le finiture si distinguono da altre verniciature similari ma non originali per le caratteristiche chimico-fisiche che garantiscono il cliente finale da problemi di degrado e alterazioni alla luce, soprattutto in zone (quali le regioni del centro-sud Italia) dove gli agenti atmosferici mettono allaprova già le normali verniciature RAL.

VETRO
Il vetro utilizzato nel serramento PASSIVE FENSTER 115  è del tipo 33.1 basso emissivo + 12 warm edge + 5 extra chiaro + 12 warm edge + 33.1 basso emissivo, a tre lastre ad alto isolamento termico di cui due con trattamento magnetronico e una normale, con due intercalari da mm 12 a bordo caldo, contenenti gas Krypton con una percentuale maggiore del 80%, ottenendo un Ug = 0,50 W/(m2K). Il sistema di vetratura è composto da una guarnizione dal lato esterno nell’alluminio e una  guarnizione dal lato interno tra vetro e legno. Per esigenze specifiche è possibile avere un vetro ad isolamento acustico, un vetro per la protezione solare, un vetro di sicurezza, o un vetro stampato per i bagni