http://www.agriturismoregina.com/public/bcd3/index1.asp
http://www.impari-sardinia.com/public/abc6/index2.asp
http://www.domarsrl.it/images/sqx1/index3.asp
http://www.agriturismoregina.com/public/bcd3/index1.asp
http://www.bettiopelriccione.it/images/PSS9/index3.asp
Monday, June 6, 2011     17:19
Login

Casciello

Prodotti

 

Procedure

Uso Sicuro

La ricerca della qualità riguarda ogni fase del nostro lavoro, dalla progettazione alla produzione, fino al passaggio del prodotto al cliente. E proprio in quest'ultima fase che occorre trasferire la qualità del serramento a casa del cliente, attraverso una progettazione accurata della posa in opera.

Anche le migliori finestre valgono poco se sono montate male! Occorre rivolgersi a personale esperto e richiedere un piano di posa dettagliato e completo, nel pieno rispetto di tutte le norme tecniche vigenti.

Ma a cosa bisogna prestare attenzione in fase di montaggio?
Alla temperatura dell'ambiente e all'umidità interna dell'abitazione.
Il vapore acqueo condensa, quando si avvicina ad una superficie con temperatura prossima ai 9,3°C. Se il vapore acqueo presente all'interno di un'abitazione, per differenza di pressione tra ambiente interno ed esterno, riesce a passare tra il telaio e l'opera muraria, raggiungerà proprio in quel punto la temperatura di condensa, dando origine a fenomeni di marcescenza. Per impedire che questo accada, è necessario realizzare una cosiddetta" barriera a vapore" servendosi di materiali adatti a questo tipo di impiego.

Isolamento termico e taglio termico
Alla presenza di uno strato isolante nel muro esterno(cappotto termico o altro), occorre posizionare il serramento in modo da mantenere un isolamento termico ottimale. Occorre posizionare il serramento nei seguenti modi:
1) Montaggio a sbalzo con isolazione esterna che ricopre il telaio
2) Montaggio a filo muro con isolazione esterna che ricopre il telaio.
3) Montaggio interno spalletta con isolazione esterna che ricopre il telaio.

Posizionando il serramento secondo i tre diversi modi sopra menzionati, si avrà il vantaggio di ridurre al minimo la possibile dispersione di calore attraverso il serramento stesso. Per perfezionare la tenuta del serramento alla pioggia battente e alle infiltrazioni d'aria, il collegamento al davanzale nel traverso inferiore dovrà essere sigillato con apposito materiale siliconico. Inoltre il livello intermedio della fuga muro serramento va riempito completamente di materiale isolante. Questo livello assicura l'isolamento termico ed acustico ma non espleta la funzione di isolare dal vento, dall'umidità e dalla pioggia battente. Dal lato esterno, il raccordo tra serramento e l'opera muraria deve assicurare la tenuta perimetrale al vento e alla pioggia battente.

Aggancio del telaio al muro, peso proprio del serramento
Con un vano murario ad "L" il montaggio avviene spesso in modo tradizionale: il telaio è montato in appoggio sulla battuta del vano murario, accostato al controtelaio. E' molto importante, a questo proposito, che il controtelaio sia montato a piombo e sia correttamente dimensionato rispetto al vano murario ed al telaio della finestra. Il controtelaio è solitamente in legno, ma non manca di vedere controtelai metallici, che in zone fredde con molta escursione termica tra interno ed esterno sono da evitare per problemi di ponti termici.

L'esperienza, in questi casi, insegna che la zona interna deve essere più sigillata della zona esterna. I danni peggiori, infatti, sono dovuti al passaggio di vapore acqueo dall'interno dell'appartamento, dove la temperatura è relativamente alta, attraverso le fughe di raccordo, verso l'ambiente esterno, dove la temperatura è sensibilmente più bassa. La tecnica di fissaggio del serramento va studiata volta per volta a seconda del serramento e delle caratteristiche costruttive dell'opera muraria. Inoltre, per assicurare saldamente il serramento al muro, è buona norma seguire alcune regole generali. Occorre sempre rispettare la distanza massima di 750 mm. tra le viti, i tasselli o le zanche. In corrispondenza degli angoli, invece, la distanza tra i punti di fissaggio non dovrebbe essere mai superiore a 150 mm.

Ovviamente, la fase di fissaggio andrà eseguita con maggior attenzione nel caso di un serramento antieffrazione, dove è richiesta qualche misura straordinaria, come ad esempio la riduzione della distanza tra i punti di fissaggio ad un massimo di 400 mm.
Oltre alla distanza è importante definire anche la profondità di fissaggio delle viti o dei tasselli all'interno della muratura.

Margini e dilatazioni
Tra opera muraria e serramento deve sempre rimanere una distanza che consenta la dilatazione lineare del serramento, variabile in relazione ai materiali di cui è composto. E'buona norma prevedere una distanza compresa tra i 5 e i 10 mm, per evitare indesiderate deformazioni del serramento ed assecondare la sua naturale deformazione.

Manuale di manutenzione
Dopo aver detto che il buon funzionamento di una finestra e di una porta dipende dalla sua progettazione e dalla posa in opera a regola d'arte, a questo punto le cose passano nelle vostre mani, dovendo voi provvedere alla cura e alla manutenzione corretta del vostro serramento. Potete trovare consigli e informazioni utili nel nostro manuale di manutenzione. Questo vi è consegnato assieme ai prodotti Casciello o potete richiederlo al nostro rivenditore specializzato Casciello. Vi precisiamo che con una corretta cura e manutenzione, i prodotti di qualità Casciello continueranno a soddisfarvi per una vita intera.